IMG_1707.JPG

Biblio Lab

La Biblioteca del Negroamaro e delle Terre d'Arneo rappresenta una risorsa educativa inesauribile, da utilizzare sistematicamente nell'insegnamento, per i valori di cui sono portatori, l'autenticità e la concretezza dei documenti presentati, la completezza delle collezioni, la multidimensionalità dei linguaggi. La didattica è lo strumento attraverso il quale i visitatori possono entrare in contatto con il patrimonio culturale per riuscire ad apprezzarlo pienamente, ricoprendo in tal modo un ruolo fondamentale per tutti, con un’attenzione particolare alle varie tipologie di fruitori. La funzione didattica degli istituti culturali, infatti, matura attraverso diversi obiettivi che passano dalla conoscenza dei patrimoni, alla loro identificazione ed interpretazione, fino ad arrivare alla riscoperta in essi delle proprie radici. È questo il motivo per cui con i seguenti percorsi didattici si porrà l'attenzione e si dedicherà cura all'attività formativa che si proporrà di formare i fruitori della biblioteca. 

Obiettivi dei percorsi didattici saranno: 

  • valorizzare il patrimonio e la funzione della  Biblioteca del Negroamaro e delle Terre d'Arneo; 

  • rendere stabile e dinamico il rapporto tra il territorio e le istituzioni culturali; 

  • migliorare la comunicazione con l'esterno.

L'attività didattica della biblioteca si caratterizzerà per una ricca e differenziata offerta di servizi finalizzati a promuovere e concretizzare la funzione educativa e ludica della biblioteca.

 

I percorsi si divideranno sulla base dei seguenti criteri:

  • per tipologia di attività (gioco, animazione, laboratorio, percorso tematico, visita guidata, formazione); 

  • periodo dell'anno (stagione estiva: da maggio a settembre, periodo scolastico: da ottobre a maggio); 

  • per fascia d'età (scuola dell'infanzia, scuola primaria, scuola secondaria inferiore, scuola secondaria superiore).

​I percorsi didattici saranno divisi in base alla tipologia di attività:  

  • Gioco: tale sezione comprenderà gli interventi didattici che nello svolgimento prevedono oltre alla visita anche un'attività ludica; 

  • Animazione: tale sezione comprenderà i percorsi didattici che nello svolgimento prevedono oltre alla visita  anche l'animazione da parte di esperti del settore; 

  • Laboratorio: tale tipologia di percorso comprenderà i percorsi didattici che nello svolgimento prevedono delle attività pratiche, manuali, sperimentali e di laboratorio; 

  • Visita e approfondimento al patrimonio della Biblioteca del Negroamaro e Terre d'Arneo.

I percorsi didattici sopraesposti saranno articolati e impostati per differenti fasce di età con l'intento e la volontà di andare incontro e avvicinarsi alle nuove generazioni: focalizzare l'interesse dal pubblico degli utenti abituali verso il non-pubblico dei più giovani significa prendere coscienza del ruolo strategico nel medio-lungo termine, in quanto questa fascia di potenziali utenti costruisce il tessuto economico e sociale delle città che saranno.

Benvenuto nella "tua" biblioteca!

A partire dal 25 aprile 2022 appuntamenti su misura dedicati a tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado per conoscere la Biblioteca del Negroamaro e delle Terre d'Arneo, celebrare l’importanza della lettura e della biblioteca con attività/laboratori, illustrazione dei servizi, proposte di bibliografie e sorprese. Durata per ciascun appuntamento max 2h.

La Biblioteca  del Negroamaro e delle Terre d'Arneo è un presidio di partecipazione e coesione culturale della comunità, un modello evoluto di biblioteca dedicato a tutte le fasce d'età che, attraverso la condivisione di culture e letture diverse e nuovi input tecnologici, si pone l'obiettivo di favorire ed ispirare il pensiero critico e solidale, sviluppando la resistenza alla discriminazione, all'indottrinamento ed al pregiudizio. Uno spazio dotato di arredi modulari ed ergonomici che fa parte di una nuova generazione di biblioteche, aperte, inclusive, in grado di offrire servizi innovativi utili per la comunità. E' fondamentale e necessario quindi che i protagonisti di questa istituzione la conoscano e diventino fruitori attivi e consapevoli.